DE DION & BOUTON 1898 TRICICLO 240cc A 4 TEMPI



Perchè un "Triciclo" inserito in un Blog riservato alle MotoBici Sottocanna  ?  perchè anche se dagli anni della seconda metà del 1800 numerosi furono i tentativi e la ricerca di "Motorizzare" la Bicicletta con Motori a "Molla" , Elettrici, ad Anidrite Carbonica, a Etere, ad Aria Calda, Aria Compressa e a Vapore, che furono una soluzione per brevi percorsi  o per limitati spostamenti nelle città, a seguire elenchiamo alcuni fra i più importanti "Progetti" che in seguito si evolveranno, prima in una consistente produzione delle MotoBici, e poi alle Motociclette.

Nel 1869 l'Ingegnere PERRAUX installò un Motore a Vapore sul mozzo della Ruota Anteriore di un Ciclo Michaux, e nel 1884 il tedesco Daimer GOTTIEB   (Foto  Sotto)  costruì un 
 

Motore Monocilindrico a 4 Tempi che montò su una "Strana Bicicletta in Legno" con piccole ruote laterali, la Velocità massima era intorno agli 8 Chilometri all'ora, nel 1887 il francese Félix MILLET progetta una Motocicletta con Motore a "Vapore Rotativo" e con i 5 Cilindri inseriti nella Ruota Posteriore (vedi le 2 Foto Sotto







e nel  1887 il britannico Edward BUTLER "Brevettò" il Triciclo denominato "The Petrol Cycle"con un Motore a Benzina che poteva portare anche un passeggero in piedi su una Pedana dietro al Conducente, (Foto Sotto)    

 
nel 1893 il Conte veronese Enrico Zeno BERNARDI realizza  un "Motore Propulsore" a 4 Tempi con Valvole in Testa con una Potenza di 0,30 C.V.  che posto su un Rimorchietto (Foto Sotto) era sufficente per  "Spingere"  una Bicicletta con il Conducente ad una Velocità di 30 Chilometri all'Ora, questo progetto munito di "Brevetto" però non entrerà mai in produzione e rimarrà alle cronache solo come un "Prototipo", 




nel 1894 a Monaco in Germania, viene avviata con grandi aspettative una prima piccola produzione  "Industriale" di motociclette con il Marchio "Hildebrand & Wolfmuller" con un Motore a 2 Cilindri di 1488cc. di cilindrata alimentato a Petrolio, la Moto pesa 50 Chili   (vedi 2 Foto sotto)  





e raggiunge la Velocità di 45 Chilometri all'ora, ma l'avventura avrà fine dopo solo 3 anni nel 1897, per "Problemi" di sicurezza (alcuni esemplari si incendieranno) ma solamente con la comparsa  dei "Tricicli De Dion & Bouton" "Affidabili e "Stabili" si avvierà una produzione a livello Industriale che contribuerà ad incrementare una numerosa diffusione in tutta Europa del "Motore a Scoppio" e in futuro il  passaggio dai Tricicli e Quadricicli e poi alle MototoBici e alle Motociclette vere e proprie


Anche se non ha nessun nesso con la Storia della Motocicletta, vogliamo inserire la Foto di questa Vettura Elettrica denominata "Jamais Contente" (Mai Contenta) tutta addobbata con Nastrini e Ghirlande di Fiori scattata subito dopo avere raggiunto il 29 Aprile del 1899 il "Record Assoluto di Velocità" di "ben 105,882 Chilometri all'Ora" alla cui Guida era il Pilota belga JENATZ Camille, niente male per una vettura Elettrica di 116 anni fa  !   








Brevi cenni sulla Storia del Marchio De  DION  &  BOUTON 


Il Conte Jules Félix Philippe Albert De DION 

 che alla morte del padre nel 1901 acquisirà il titolo di Marchese, fonda dopo la metà del 1850 assieme a Georges BOUTON una Società con il nome De DION & BOUTON con sede a PUTEAUX Albert De  DION aveva già avviato con il Suo nome la costruzione di Biciclette e Georges BOUTON che aveva già precedentemente progettato numerosi Motori a Vapore  per il mercato francese, costruisce subito dopo un piccolo Motore del peso di 20 chilogrammi, a 4 Tempi con 1,5 CV di Potenza, e 120 cc. di Cilindrata e 1500 - 1800 Giri al Minuto, che verrà installato sia sulle Motobici, che nella parte posteriore dei Tricicli veicoli molto diffusi all'epoca, perchè più stabili delle biciclette e davano più sicurezza e protezione al conducente dagli attacchi dei branchi di cani.... ma anche perchè divennero all'epoca molto di moda.  Per dimostrare la loro validità e affidabilità, i Tricicli De DION & BOUTON furono impiegati sin da subito nelle prime gare dell'epoca,  e già nel 1894 un  triciclio D & B risulterà vincitore  nella Parigi - Rouen, questo motore poco tempo dopo subirà dei miglioramenti qualitativi e avrà una maggiore Cilindrata e Potenza, e raggiungerà una grande diffusione, con consistenti richieste, e saesportato e costruito su Licenza in altre nazioni, ma anche abusivamente copiato, inoltre il nome De Dion  verrà ricordato anche per il Brevetto del Ponte della Sospensione Posteriore delle Auto, Ponte utilizzato ancora ai giorni nostri. La storia del marchio De Dion & BOUTON  continuerà dopo la prima guerra mondiale, ma abbandonerà la produzione delle Auto, Motori e Motociclette, dedicandosi alla costruzione di parti meccaniche Ferroviarie. 



Anche per questo esemplare di Triciclo De DION & BOUTON del 1898 a 4 Tempi di 240 cc. di Cilindrata, ringraziamo i Fratelli Erminio e Franco per averci permesso di pubblicare i Dati Tecnici e le Foto che seguono. 



Sopra, la Targa di Metallo che ne accerta l'Iscrizione all'ASI di questo Triciclo De  Dion Bouton come esemplare di interesse Storico     



Il marchio De DION & BOUTON è noto alla maggior parte degli appassionati e collezionisti di veicoli d'Epoca per la consistente produzione di TRICICLI e Quadricicli costruiti negli anni fine '800 e inizio '900 (con i Quadricicli prodotti in quantità notevolmente inferiore ai Tricicli) e per le Vetture costruite negli anni dell'inizio '900, ma molto meno per le Motociclette e MotoBici, che utilizzavano gli stessi motori che venivano installati sui Tricicli e Quadricicli De DION & BOUTON, motori venduti anche ad altri numerosi Costruttori in Francia e in altre nazioni europee dell'epoca.







XX
X



XX




XX






XX






XX










Sopra, notare la particolare e confortevole "Seduta" della Sella di questo Triciclo De Dion Bouton



XX







Sopra, un Disegno dell'epoca con la Descrizione dei Vari Comandi






Sopra, il primo Modello di MotoBici De Dion & Bouton Costruita nel 1899 





Sopra lo Stemma-Logo della "Ruota Alata" in Metallo Rivettato sul Canotto dello Sterzo 




Sopra una bella foto dell'Epoca,  forse scattata "in Posa" a Triciclo  fermo ?





Sopra, una simpatica Pubblicità di fine '800 inizio '900





Sopra, Pubblicità delle  Biciclette De Dion & Bouton





Sopra, un'altra Pubblicità del  Triciclo  De Dion & Bouton





XX
XX
XX
XXX
XX
XX
XX
X
XX
XX
X
XX
XX